scorrere il mouse sui pulsanti in basso per visualizzare la galleria
L’AGRICOLTURA BIODINAMICA
La piana di Farneto è un altipiano che, nonostante la relativa vicinanza con i centri abitati di Castellarano e Sassuolo, presenta tutt’ora un particolare isolamento a causa delle caratteristiche geomorfologiche del terreno.
La notevole biodiversità presente in questa zona è favorita ulteriormente dalle condizioni microclimatiche presenti.
L’agricoltura biodinamica si integra perfettamente in questo ambiente già naturalmente predisposto.
I fondamenti dell’agricoltura biodinamica si basano proprio sul rispetto della natura e dei suoi cicli e traggono i propri insegnamenti da Rudolf Steiner che ne aveva teorizzato le basi nel 1924.
Un’azienda biodinamica deve essere in relazione con l’uomo, l’ambiente circostante, la terra ed il cosmo.
Il metodo principale è quello di accrescere e mantenere la fertilitÓ della terra, attraverso la cura del suo fattore fondamentale che è l’humus, producendo piante e animali sani, che abbiano il più possibile sviluppate le loro qualità tipiche.
Una delle prerogative della biodinamica è il superamento di una visione meccanicistica dei fenomeni per acquisirne una più complessa ma anche più fondata sull’uso dei nostri sensi.
Gli strumenti di cui si avvale la coltura biodinamica sono essenzialmente le rotazioni agricole, la lavorazione non distruttiva del terreno, la concimazione attraverso sovesci e compost biodinamici, l’osservazione del calendario lunare e planetario per tutte le operazioni di semina e coltura.
A differenza del metodo tradizionale, dove il fine ultimo è l’aumento della produttività, il metodo biodinamico ha come fine ultimo l’aumento della fertilità del terreno, della qualità del prodotto e il miglioramento della salute umana.
La coltivazione biodinamica tiene in grande considerazione la rotazione per preservare ed aumentare la fertilità dell’humus evitando le tradizionali monocolture il cui risultato è la mortificazione della biodiversità e l’appiattimento del paesaggio.
L’impatto ambientale dell’agricoltura biodinamica è nullo, non utilizzando prodotti chimici che inevitabilmente si riversano nel terreno e nell’acqua.
I prodotti dell’agricoltura biodinamica presentano, rispetto ai prodotti da agricoltura tradizionale, capacità nutrizionali ed energetiche integre unite ad una piacevole riscoperta dei gusti e dei profumi.